Albeggi

ARTICOLO 1: Una repubblica affondata sul lavoro

Autore AA.VV.
Editore in esclusiva Albeggi
Collana ControVerso
Pagine 64
ISBN 9788898795031
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

Stato: Non disponibile

€ 10,00

€ 8,50 (-15%)

In sintesi

Il tema del lavoro è centrale, oggi, nella società e nella politica. C’è la questione delle donne e uomini che lo perdono e dei giovani che non riescono a trovarlo; ci sono i lavori sottopagati e quelli per i quali si rischia la salute o la vita; c’è il lavoro che assomiglia a schiavitù, quello che mortifica, quello che viene negato per discriminazione. Questa è la seconda antologia poetica della Rome’s Revolutionary Poets Brigade, un collettivo di poeti convinti che la funzione primaria della poesia sia quella sociale e che essa non vada divulgata nei salotti ma nelle strade, contribuendo così a sensibilizzare l’opinione pubblica su temi di grande attualità. La Brigade romana trae ispirazione dall’esempio poetico di Jack Hirschman, poeta contemporaneo statunitense tra i più importanti ed impegnati, fondatore della Revolutionary Poets Brigade di San Francisco. La prefazione del volume è di Agneta Falk, poetessa e artista anglo-svedese oggi di base a San Francisco, moglie di Jack Hirschman, da sempre impegnata sul tema dei diritti umani. Curatori del volume Alessandra Bava e Marco Cinque (sue anche le immagini del volume). Il libro esce simbolicamente il 1 maggio 2014, in occasione della Festa del Lavoro: rappresenta un oggetto carico di simbolo per tutti i lavoratori, e per tutti coloro per qualche ragione impegnati a migliorare le condizioni dei lavoratori e le opportunità di occupazione.

Dettagli

Il tema del lavoro è centrale, oggi, nella società e nella politica. C’è la questione delle donne e uomini che lo perdono e dei giovani che non riescono a trovarlo; ci sono i lavori sottopagati e quelli per i quali si rischia la salute o la vita; c’è il lavoro che assomiglia a schiavitù, quello che mortifica, quello che viene negato per discriminazione. Questa è la seconda antologia poetica della Rome’s Revolutionary Poets Brigade, un collettivo di poeti convinti che la funzione primaria della poesia sia quella sociale e che essa non vada divulgata nei salotti ma nelle strade, contribuendo così a sensibilizzare l’opinione pubblica su temi di grande attualità. La Brigade romana trae ispirazione dall’esempio poetico di Jack Hirschman, poeta contemporaneo statunitense tra i più importanti ed impegnati, fondatore della Revolutionary Poets Brigade di San Francisco. La prefazione del volume è di Agneta Falk, poetessa e artista anglo-svedese oggi di base a San Francisco, moglie di Jack Hirschman, da sempre impegnata sul tema dei diritti umani. Curatori del volume Alessandra Bava e Marco Cinque (sue anche le immagini del volume). Il libro esce simbolicamente il 1 maggio 2014, in occasione della Festa del Lavoro: rappresenta un oggetto carico di simbolo per tutti i lavoratori, e per tutti coloro per qualche ragione impegnati a migliorare le condizioni dei lavoratori e le opportunità di occupazione.

Biografia autore

Alessandra Bava ha pubblicato singolarmente e in riviste e antologie in Italia e negli Stati Uniti. Olga Campofreda ha collaborato con Il Mattino, si occupa di musica e cultura e cura il blog La gallina bianca. Marco Cinque scrive, fotografa, suona, lavora sui diritti umani in teatri, piazze, carceri e scuole. 20 i libri. Massimiliano Damaggio, il suo libro è nellʼAlmanacco della poesia italiana 2013. Ludovica Lanini è linguista e ambientalista. Marco Lupo pubblica racconti su riviste, fanzine, oggetti. Redattore di Terranullius, creatore di MaiMorti. Edoardo Olmi ha collaborato con Collettivomensa, Prospektiva, Scrittori Precari, Radio Onda Rossa. John Claude Smith è uno scrittore californiano con 2 libri e oltre 50 racconti pubblicati in riviste e antologie. Angelo Zabaglio a.k.a. Andrea Coffami è scrittore, sceneggiatore, ex rapper e performer.