Libri di All Around

Articoli da 1 a 10 di 36 in totale

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Griglia  Lista 

Imposta Ordine Ascendente
  1. Seminario di studi centenario Murialdi

    Seminario di studi centenario Murialdi

    € 10,00

    € 8,50 (-15%)

    1974-1981. Sono gli anni in cui Paolo Murialdi è stato presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana. Anni di profonda crisi e grandi stravolgimenti nel mondo del giornalismo e in tutta la società, in cui anche il sindacato dei giornalisti ha dovuto confrontarsi con le rapide trasformazioni delle condizioni sociali ed economiche di un Paese attraversato da dilanianti battaglie politiche. Anni drammatici in cui la categoria ha dovuto fare i conti con il terrorismo, pagando anche un tributo di sangue alla stagione della lotta armata. Nel centenario della nascita di Murialdi, la Fondazione di studi sul giornalismo che ne porta il nome ha organizzato un convegno a lui dedicato, dal titolo "L'informazione tra riforma e controriforma", per ricordarne l'impegno professionale e sindacale. Approfondisci
  2. Destinazione Ravensbruck

    Destinazione Ravensbruck

    € 16,00

    € 13,60 (-15%)

    Alcune erano bambine, accompagnate dalle madri, altre ragazze di vent'anni, madri di famiglia, oppure già anziane. Sui treni che le portavano al campo di concentramento di Ravensbruck, a nord di Berlino, finirono detenute politiche, prostitute, o appartenenti a famiglie ebraiche: reiette da isolare, da eliminare, per il regime nazista. Mille tra le italiane deportate, di ogni età, non tornarono mai: tra loro anche alcune passate per un piccolo e quasi dimenticato centro di detenzione nell'estremo ponente ligure, a Vallecrosia. La storia di queste donne, ragazze e bambine, i ricordi, la capacità che ebbero molte di loro, nonostante la tragedia che stavano vivendo, di ritrovare la capacità di un affetto, di un gesto, di un sorriso, si affiancano ai momenti più cupi vissuti nel lager e, per le sopravvissute, riportati nella vita vissuta dopo. Approfondisci
  3. Piove, governo ladro

    Piove, governo ladro

    € 18,00

    € 15,30 (-15%)

    "Piove, governo ladro" è una frase passata alla storia. Divenne un modo di dire. Ma chi la disse, e perché? Oggi potrebbe essere scambiata per una tipica espressione o modo di dire del 'grillismo'. In pochi mesi - dalle elezioni politiche del 4 marzo 2018 in poi - siamo entrati a pieno titolo nella Terza Repubblica. Prima, però, è esistita la Seconda e, ovviamente, la Prima. Come si parlava, e come si parla, nel linguaggio della politica italiana, cavalcando tra le varie 'Repubbliche'? Esistono, nel gergo politico, parole, modi di dire, frasi idiomatiche, espressioni e veri tormentoni che sono entrate nel linguaggio comune ben più che i programmi di governo. Naturalmente, nell'epoca dei social, il fenomeno si è ampliato a dismisura: anzi, si è drogato. Si va da un classico, "Il potere logora chi non ce l'ha", coniato da Giulio Andreotti, a #Enricostaisereno di Matteo Renzi, dalle "convergenze parallele" di Aldo Moro al "governo del Cambiamento", oggi in carica, formato da Lega e M5S. Urge mettere in fila tutte le parole, le espressioni, le frasi idiomatiche, raccontare quando, come e perché nacquero, in quale contesto e cosa, invece, significano oggi. Approfondisci
  4. La gemella sbagliata

    La gemella sbagliata

    € 14,00

    € 11,90 (-15%)

    Sara, una borghese di buona famiglia, insoddisfatta, con un lavoro che non le piace, separata, apprende dai giornali che la sorella gemella, Marianna, è uscita di prigione dopo aver scontato una trentina d'anni per partecipazione a banda armata e concorso nel rapimento e omicidio di un industriale. Luglio 1970. Quattro donne, allora giovani, Maria, Marta, Sara e Marianna, dividono casualmente lo stesso scompartimento sul treno Milano-Roma. Il treno viene fermato in piena campagna perché, si dice, a Gioia Tauro si è scatenato l'inferno. Un attentato, pare. Le quattro donne passeranno la notte in treno e avranno il tempo di conoscersi. Da quel giorno, e nel corso degli anni, le loro storie si incrociano sullo sfondo dei tragici avvenimenti di terrorismo che hanno sconvolto le loro vite e la storia del nostro Paese. Si ritroveranno, molti anni dopo, tutte e quattro e le due gemelle Sara e Marianna si diranno tutto quello che in trent'anni non sono riuscite a dirsi. Sara, finalmente sollevata dal peso che le opprimeva il cuore, decide con serenità di fare quello che aveva sempre pensato di fare ma che non ha mai avuto il coraggio di portare a termine. Approfondisci
  5. Non è un paese per mamme

    Non è un paese per mamme

    € 15,00

    € 12,75 (-15%)

    Sarà un Paese di mammoni, ma l’Italia non è un Paese per mamme. Non lo è prima di tutto per il lavoro, sempre più difficile da conciliare con la famiglia a meno di non esser ricchi o dotati di nonni da schiavizzare. Non lo è, inoltre, per i partner che le donne hanno al fianco, ancora così restii a condividere la fatica del lavoro di cura da sfigurare malamente nel confronto con i maschi nord europei. Non lo è nemmeno per i servizi che mancano, né per l’idea stessa di città né, in ultimo, per un problema culturale. Approfondisci
  6. Vintage life

    Vintage life

    € 15,00

    € 12,75 (-15%)

    Un viaggio all’interno della storia della moda per capire le proposte fashion di oggi e interpretare un fenomeno che è anche esplorazione tra mercatini e veri luoghi delle meraviglie (vintage, chiaro!) per costruirsi un look originale e unico. Approfondisci
  7. Quale futuro per il giornalismo?

    Quale futuro per il giornalismo?

    € 10,00

    € 8,50 (-15%)

    La Fondazione è intitolata a Paolo Murialdi giornalista, sindacalista della categoria e storico del giornalismo. Praticante a Il Secolo XIX, Paolo Murialdi, è stato redattore del Corriere della Sera e capo redattore de Il Giorno. Eletto Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana nel 1974, ha rivestito tale incarico per i successivi sette anni, dedicando alla storia del giornalismo la parte più rilevante della sua attività intellettuale: nel 1973 è uscita per Laterza la prima edizione di La stampa italiana del dopoguerra, 1943- 1972, più volte ripubblicato. Nel 1976 ha fondato la rivista Problemi dell'informazione. Approfondisci
  8. L' informazione tra riforma e controriforma (1974-1981)
  9. Carabinieri Kaputt!

    Carabinieri Kaputt!

    € 14,00

    € 11,90 (-15%)

    Il libro racconta un episodio, poco noto, delle vicende italiane dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943. La deportazione in massa dei Carabinieri di stanza a Roma. L'ordine del Ministro della difesa della Repubblica sociale, generale Clemente Graziani, intima ai Carabinieri di rimanere confinati nelle caserme e consegnare le armi, per permettere alle SS, il mattino del 7 ottobre 1943, di fare prigionieri 2.000 carabinieri e deportarli nei lager. Questo una settimana prima del rastrellamento degli ebrei romani dal Ghetto. I Carabinieri sarebbero stati di intralcio, come dicono senza mezzi termini i capi della Gestapo in un telegramma indirizzato al colonnello Herbert Kappler capo delle SS a Roma. Approfondisci
  10. Il tuo nome sarà Irene

    Il tuo nome sarà Irene

    € 18,00

    € 15,30 (-15%)

    Irene Brin, (1911-1969) come giornalista adottò vari pseudonimi: Marlene, Oriane, Mariù, Maria Del Corso, Geraldina Tron, Clara Radjanny von Schewitch e, soprattutto, Contessa Clara e Irene Brin. Con la sua scrittura brillante e inconfondibile rivoluzionò il linguaggio paludato e depressivo delle testate italiane dell'epoca, prima interprete del cosiddetto "giornalismo di costume". Ruolo che le rimase sempre stretto. Per fare l'inviata di guerra e Esteri dovette assumere vari pseudonimi dribblando la censura del fascismo. Dopo un paio di generazioni, la sua lezione aprì la strada al lavori di Lietta Tornabuoni, Camilla Cederna, Natalia Aspesi e Oriana Fallaci. Con il marito Gaspero Del Corso fece della galleria L'Obelisco a Roma il luogo dei debutti dei più rivoluzionari artisti a cavallo degli anni 40 e 50, da Vespignani a Burri, da Calder a Rauschenberg. Maestra di stile e di bon ton, aprì la strada alla moda italiana nel mondo. Approfondisci

Articoli da 1 a 10 di 36 in totale

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Griglia  Lista 

Imposta Ordine Ascendente