Harpo

Donna, ebrea e comunista

Autore Foà Chiaromonte Bice
ISBN 9788889475270
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

Stato: Non disponibile

€ 18,00

€ 15,30 (-15%)

In sintesi

“Ai tempi dell’Università fra una lezione e l’altra facevamo una gara a quante categorie di persone ognuno di noi appartenesse e, quindi, avesse il diritto di parlarne male. Ho sempre vinto. Ancora oggi a volte dico che io sola posso parlare male delle donne, degli ebrei, dei meridionali, degli insegnanti, degli architetti, dei comunisti, dei borghesi e di madri, mogli, figlie, sorelle, cugine, zie, nipoti. In ognuno di noi coesistono tante anime che non sempre riescono a convivere pacificamente, dicono gli ebrei forse con maggiore consapevolezza degli altri”. Bice Foà Chiaromonte ricostruisce la storia della sua famiglia, che si intreccia a quella dei Sereni, dei Tagliacozzo e dei Pontecorvo e tutta la sua vita: la shoah e la guerra, la Liberazione, la militanza comunista. Men- tre sfilano, davanti a noi personaggi che hanno fatto la Storia d’Italia: da Eduardo De Filippo a Palmiro Togliatti, da Ludovico Quaroni a Giorgio Amendola, da Rocco Scotellaro a Giorgio Napolitano

Dettagli

“Ai tempi dell’Università fra una lezione e l’altra facevamo una gara a quante categorie di persone ognuno di noi appartenesse e, quindi, avesse il diritto di parlarne male. Ho sempre vinto. Ancora oggi a volte dico che io sola posso parlare male delle donne, degli ebrei, dei meridionali, degli insegnanti, degli architetti, dei comunisti, dei borghesi e di madri, mogli, figlie, sorelle, cugine, zie, nipoti. In ognuno di noi coesistono tante anime che non sempre riescono a convivere pacificamente, dicono gli ebrei forse con maggiore consapevolezza degli altri”. Bice Foà Chiaromonte ricostruisce la storia della sua famiglia, che si intreccia a quella dei Sereni, dei Tagliacozzo e dei Pontecorvo e tutta la sua vita: la shoah e la guerra, la Liberazione, la militanza comunista. Men- tre sfilano, davanti a noi personaggi che hanno fatto la Storia d’Italia: da Eduardo De Filippo a Palmiro Togliatti, da Ludovico Quaroni a Giorgio Amendola, da Rocco Scotellaro a Giorgio Napolitano