Castelvecchi

Esistono domande senza risposta?

Autore Moritz Schlick
Pagine 60
ISBN 9788869442513
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

Stato: Non disponibile

€ 8,00

€ 6,80 (-15%)

In sintesi

Fondatore del Circolo di Vienna e tra i più brillanti pensatori del primo Novecento, il filosofo e fisico tedesco Moritz Schlick riflette in questi due saggi, per la prima volta tradotti in italiano, sul significato delle domande che nella filosofia non riescono a ricevere una risposta. In una prospettiva radicalmente empirista e anti-metafisica, alcune delle questioni classiche nella storia della filosofia – come quelle riguardanti la natura del tempo o il rapporto tra mente e corpo – dimostrandosi destinate a rimanere prive di una risposta verificabile, non meritano nemmeno di essere poste. La filosofia può così smettere di perdersi in discussioni infinite quanto sterili e tornare a svolgere il compito insostituibile di chiarificare i concetti, a favore di un loro corretto impiego nel campo della ricerca scientifica.

Dettagli

Fondatore del Circolo di Vienna e tra i più brillanti pensatori del primo Novecento, il filosofo e fisico tedesco Moritz Schlick riflette in questi due saggi, per la prima volta tradotti in italiano, sul significato delle domande che nella filosofia non riescono a ricevere una risposta. In una prospettiva radicalmente empirista e anti-metafisica, alcune delle questioni classiche nella storia della filosofia – come quelle riguardanti la natura del tempo o il rapporto tra mente e corpo – dimostrandosi destinate a rimanere prive di una risposta verificabile, non meritano nemmeno di essere poste. La filosofia può così smettere di perdersi in discussioni infinite quanto sterili e tornare a svolgere il compito insostituibile di chiarificare i concetti, a favore di un loro corretto impiego nel campo della ricerca scientifica.

Biografia autore

(Berlino 1882 – Vienna 1936) Filosofo e fisico tedesco, consegue il dottorato con Max Planck e nel 1922 ottiene la cattedra di Scienze induttive a Vienna. Dalle sue lezioni prende avvio il celebre Circolo di Vienna, che raccoglie alcuni tra i maggiori studiosi europei dell’epoca. Teorico di una filosofia empirica fondata sulle scoperte della fisica, tra le sue pubblicazioni ricordiamo la Teoria generale della conoscenza. Nel giugno del 1936 viene assassinato sulle scale dell’università, per mano di uno studente di estrema destra.