Lavieri

Favola del gabbiano bestemmiatore

Autore S. Nazzaro, G. Caracuzzo
Pagine 36
ISBN 9788896971253
DISPONIBILITA': 2 in magazzino

Stato: Disponibile

€ 12,00
O

In sintesi

C’era una volta un gabbiano. Un gabbiano diverso dagli altri. Beh, era uguale agli altri, aveva due ali, due zampe e il becco grande. Ma aveva un particolare che lo distingueva da tutti gli altri gabbiani: lui bestemmiava.
Attenzione, non bestemmiava contro il Cielo, contro qualche divinità. Bestemmiava contro se stesso.
Guardava il mare e ripeteva “Mannaggia a me, mannaggia a me”. Volava sempre da solo, perplesso. E ripeteva “mannaggia a me”. Volava dalla mattina alla sera, irrequieto, tra colline piene di alberi di ulivo, strade che conducevano a spiagge piene di rocce e alberi. La situazione era diventata preoccupante al punto che il Dio dei cristiani, il Dio degli ebrei e il Dio dei musulmani decisero di incontrarsi per valutare il da farsi...

Dettagli

C’era una volta un gabbiano. Un gabbiano diverso dagli altri. Beh, era uguale agli altri, aveva due ali, due zampe e il becco grande. Ma aveva un particolare che lo distingueva da tutti gli altri gabbiani: lui bestemmiava. Attenzione, non bestemmiava contro il Cielo, contro qualche divinità. Bestemmiava contro se stesso. Guardava il mare e ripeteva “Mannaggia a me, mannaggia a me”. Volava sempre da solo, perplesso. E ripeteva “mannaggia a me”. Volava dalla mattina alla sera, irrequieto, tra colline piene di alberi di ulivo, strade che conducevano a spiagge piene di rocce e alberi. La situazione era diventata preoccupante al punto che il Dio dei cristiani, il Dio degli ebrei e il Dio dei musulmani decisero di incontrarsi per valutare il da farsi...