Goodfellas Edizioni - Le nostre uscite

La mia vita hardcore. Punks, Skins e altre storie a New York City

Autore: Harley Flanagan

ISBN: 9788899770051

NOVITA' APRILE 2017! SE VI IMPORTA QUALCOSA DELLA STORIA DELLA MUSICA, DEL PUNK, DELL’HARDCORE, O SE SIETE IN CERCA DI UNA STORIA BEN RACCONTATA, QUESTO LIBRO È IL PUGNO IN FACCIA DI CUI AVETE BISOGNO.

La vita di Harley Flanagan, e le storie che racconta in questo libro, ben sintetizzano gli anni settanta e ottanta della scena underground newyorkese, figlio di una giovane Hippie, Flanagan cresce fin da ragazzino a contatto con gli scrittori, gli artisti e i poeti che animano la scena americana a cavallo tra la fine dei movimenti di protesta degli anni ’70 e la nascita del punk, tanto che un suo libro di racconti e storie scritto da bambino, porta la firma nell’introduzione di Allen Ginsberg.

Appena dodicenne frequenta le notti della grande mela e viene a contatto con personaggi del calibro di Andy Warhol e Joe Strummer. Nel 1986, alla guida della band musicale hardcore CRO-MAGS Harley Flanagan da alle stampe l’lp The Age of Quarrel con il quale la sua fama valica i confini degli Stati Uniti e che da molti critici è considerato uno dei più importanti dischi punk-hc della storia.

Goodfellas edizioni - Collana: Spittle 4 - Formato: 15,5x23,5 - ISBN: 978-88-99770-051 Autore: Harley Flanagan - Pagine: 400 circa + inserto fotografico - 22,00 Euro - Introduzione di Steven Blush

> Scheda libro

 

RECENSIONI E SEGNALAZIONI

 

 

Suicide. La storia della band che sconvolse New York City

Autore: Kris Needs

ISBN: 9788899770020

DREAM BABY DREAM È LA STORIA DEI SUICIDE, UNA DELLE BAND PIÙ INFLUENTI TRA QUELLE CHE HANNO CARATTERIZZATO L’ESPLOSIONE NEWYORKESE DEGLI ANNI SETTANTA 

Questo libro è il resoconto del viaggio sonoro che l’attivista e artista Alan Vega e il musicista jazz Martin Rev, meglio conosciuti come Suicide, hanno creato in risposta alla scena politico culturale e alla follia che caratterizzavano la New York dei primi anni Settanta, ovvero uno dei primi manifesti artistici della controcultura mondiale. Le famigerate performance live di Vega e Rev hanno fatto scalpore molti anni prima che la scena punk “tradizionale” venisse alla ribalta e dunque, a ragione, i Suicide sono stati la prima band ad autodefinirsi con il termine “punk”, come testimoniato da alcuni dei loro primissimi manifesti. 

“CONVIVEVAMO CON LA REALTÀ DELLA GUERRA E PORTAVAMO LA GUERRA SUL PALCO TUTTI CI ODIAVANO” I SUICIDE, LA BAND PIÙ SPAVENTOSAMENTE ICONOCLASTA DELLA STORIA."

Kris Needs: Prolifico scrittore, biografo e giornalista, è stato redattore per NME e ZigZag. Ha scritto diverse biografie di personaggi cruciali dell’universo del rock, tra cui Blondie, Joe Strummer e George Clinton. È autore tra gli altri di Trash! The Complete New York Dolls, quest’ultimo in collaborazione con il collega Dick Porter già autore di Viaggio al centro dei Cramps, Goodfellas edizioni.

In questa avvincente e definitiva biografia, scritta con il contributo attivo di Rev e Vega, Kris Needs fornisce l’unico resoconto dettagliato della carriera della band: dalla genesi nella città di New York fino agli ultimi album pubblicati. Il libro è accompagnato con interviste inedite ad altri personaggi cardine della scena, tra cui: Peter Crowley, Blondie, James Chance e i New York Dolls. 

 Kris Needs, Suicide. La storia della band che sconvolse New York City Isbn 9788899770020, € 22,00

> Scheda libro

> Acquista

> Copertina hi-res

 

500 e altre storie

Autore: Alessandro Pieravanti, D. Migliaccio 

ISBN: 9788899770037

Questo che avete tra le mani è un libro di storie metropolitane raccontate da Alessandro Pieravanti come voce narrante della band Il muro del canto. Oltre a queste, trovano spazio nella raccolta quelle scritte da Alessandro per amici musicisti quali Piotta, Adriano Bono e Giancane e altre inedite. 500 e altre storie, popolari e grottesche, con la venatura dolce e amara tipica dell'ironia romana. Questa raccolta è anche uno spettacolo, una piccola pièce teatrale in cui le parole, nate come monologhi, trovano gesti e intonazioni.

Alessandro Pieravanti, D. Migliaccio Isbn 9788899770037, € 10,00

> Acquista

 

Post-industriale. La scena italiana anni '80. Con CD Audio

Autore: Marcello Ambrosini

ISBN: 9788899770013

Dopo il clamoroso successo di Viaggio al centro dei Cramps, 1000 copie vendute in tre mesi, Goodfellas edizioni torna in libreria con il primo libro interamente dedicato alla scena musicale Post-Industriale Italiana.

Marcello Ambrosini, Post-Industriale. La Scena Italiana Anni '80 (Goodfellas edizioni, collana Spittle). 285 pagine tutte illustrate, centinaia di gruppi censiti e recensiti, interviste inedite, discografie dettagliate e definitive, introduzione di Luther Blissett. Cd allegato al libro con compilazione inedita di gruppi e brani dell'epoca più di 50 minuti di vera musica industriale selezionata da Stefano Gentile per Spittle records.

Il movimento musicale post-industriale ha messo in musica l’amore-odio che l’uomo prova nei confronti dei tempi moderni. In questo libro, per la prima volta si affronta in modo esaustivo un argomento in gran parte ancora oscuro,forse l’ultimo baluardo carbonaro della musica di confine che conta. «Con 20.000 lire andavamo da un rottamaio e procuravamo strumenti per tutta la band; ferraglie abbandonate e arrugginite che prima erano servite per tutt’altri scopi. Riutilizzare materiale che a suo tempo era servito per il lavoro è stata per noi una sorta di rivendicazione». (OFFICINE SCHWARTZ) Il postindustrial non è solo musica di ricerca, ma anche denuncia contro una società in chiara devoluzione, che prima utilizza l’operaio e poi lo schiaccia materialmente all’interno dei propri ingranaggi.

«Un pezzo, un culo! Un pezzo, un culo!», ripeteva Lulù, il protagonista del film La Classe Operaia Va In Paradiso, quando, davanti al suo macchinario di produzione, cercava di non perdere l’ultimo contatto con la realtà, proprio un attimo prima di essere divorato dalla macchina stessa. La scena post-industriale sviluppatasi in Italia agli inizi degli ottanta è, all’interno del panorama europeo di quel periodo, tra le più creative, vivaci e deviate.

All’interno del libro si parla, con interviste e apparati illustrati originali, di band come: Officine Schwartz, CCC CNC NCN, F:A.R, Giardini di marzo, Mauthausen Orchestra, Rosemary’s Baby, Thelema, T.A.C., M.B. e tanti altri a comporre il primo completo mosaico sulla scena della musica post-industriale italiana, un movimento underground che ha segnato un’intera generazione di musicisti e ha rappresentato nel mondo una delle scene più importanti.

Accompagna il libro una compilazione inedita su cd con brani tra gli altri di AIN SOPH - F.A.R. - - LUKE X'S AH NAHM INC. - MAUTHAUSEN ORCHESTRA - M.B. - SIGILLUM S - a cura di Spittle records. Più di 50 minuti di vera musica post-industriale italiana.

 Marcello Ambrosini, emiliano, è insegnante di storia dell’arte e sostegno alle superiori. Classe 1972, ad alto volume ha ascoltato 10.000 LP, bruciando due volte il motore del giradischi e ricevendo un ammonimento dai vicini di casa per rumori molesti. Questo è il suo secondo libro.

Marcello Amborsini, Post-Industriale. La Scena Italiana Anni '80. Isbn 978-88-99770-01-3, € 22,00

> Scheda libro

> Acquista

> Copertina e quarta hi-res

> Anteprima

RECENSIONI E SEGNALAZIONI
 

Viaggio al centro dei Cramps

Autore: Dick Porter

ISBN: 9788899770006

Questa è la biografia definitiva (l’unica ufficialmente riconosciuta) della band americana The Cramps, nota al pubblico di tutto il mondo per gli incendiari live e i riferimenti inusuali al cinema horror, di fantascienza e alla trash culture, e a cui si attribuisce il ruolo di pioniere del genere psychobilly

I Cramps sono stati un fenomeno rock'n'roll unico nel suo genere, fondato sul sodalizio artistico e sentimentale, durato per oltre trentacinque anni, tra Erick Purkhiser e Kirsty Wallace, meglio conosciuti come Lux Interior e Poison Ivy, rispettivamente voce e chitarra del gruppo. In Viaggio al centro dei Cramps il biografo Dick Porter ricostruisce dettagliatamente, attraverso le parole inedite dei protagonisti, la storia della band, dagli esordi nella New York di fine anni Settanta in piena bufera punk rock, all’inaspettata morte del cantante Lux Interior nel 2009. Il volume è corredato da una ricca selezione di fotografie e una discografia esaustiva. Arricchisce l’edizione italiana, a cura di Caterina Micci, l’introduzione del giornalista Federico Guglielmi e un’appendice originale con testimonianze di musicisti, critici e contributi grafici che descrivono la portata dell’impatto della band sul pubblico italiano.

“Una band di dannati che suona per un pubblico di maledetti” Sting “Il libro di Dick Porter consente a tutti gli appassionati di “chiunque fosse sexy, selvaggio e suonasse rock’n’roll” di immergersi nelle fantastiche atmosfere del periodo, come nessun video su youtube potrà mai restituire” Massimo Zamboni, compositore e fondatore di CCCP e CSI

Isbn 9788899770006, Dick Porter, Viaggio al centro dei Cramps, € 22,00

Dick Porter è autore di diverse biografie sui protagonisti della scena musicale americana del XX secolo, tra cui Ramones e White Stripes e inoltre ha collaborato alla stesura di svariati saggi e libri che esplorano i sottogeneri della musica alternativa mondiale. L’edizione italiana del libro è a cura di Caterina Micci. Introduzione di Federico Guglielmi.

> Scheda libro

> Acquista

> Copertina hi-res

> Anteprima