Absolutely Free

I pugni degli eroi

Autore F. Esposito, D. Torromeo
Pagine 436
ISBN 9788868580094
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

Stato: Non disponibile

€ 16,00

€ 13,60 (-15%)

In sintesi

Quarantasei storie per raccontare altrettanti eroi della boxe.

Quando salivano sul ring, un’intera nazione si schierava al loro fianco. Non sempre erano i più forti, sicuramente erano i più popolari.

Dal racconto magico e triste di Marcel Cerdan e del suo amore per Edith Piaf a quello esaltante di Jack Dempsey, uno che nei ruggenti anni Venti portava più di centomila spettatori nell’arena. Da Sugar Ray Robinson, un talento pari all’estrosità, a Primo Carnera e ai settantamila di Piazza di Siena. Da Julio Cesar Chavez capace di raccogliere 125.000 persone allo Stadio Atzeca, fino a Barry McGuigan che riusciva a mettere d’accordo cattolici e protestanti ai tempi dell’IRA. E poi le follie di Tyson, il genio di Benitez, l’arte di Loi, e tanti altri ancora…

Un viaggio, quello fatto da Franco Esposito e Dario Torromeo, che parte da fine Ottocento per arrivare ai nostri giorni.

Un romanzo che si snoda attraverso il racconto di folle oceaniche, grandi amori, balli scatenati, tradimenti, omicidi, segreti e peccati di quarantasei signori che per mestiere tiravano pugni.

L’amore infinito della Francia per Carpentier, l’Italia divisa tra Benvenuti e Mazzinghi, la Grecia innamorata di Christoforidis.
Protagonisti della storia. Come Ali e il rifiuto di prestare servizio militare. O Max Schmeling e il controverso rapporto con il nazismo.

Dentro ci sono anche la tragica fine di Arguello e di Salvador Sanchez. L’esaltazione per Nicolino Locche e il fuoco senza fine di Roberto “mani di pietra” Duran.

Uomini che più di tutti sono stati baciati dalla passione popolare, ecco chi sono gli eroi che dettano i capitoli di questa storia.

Dettagli

Quarantasei storie per raccontare altrettanti eroi della boxe. Quando salivano sul ring, un’intera nazione si schierava al loro fianco. Non sempre erano i più forti, sicuramente erano i più popolari. Dal racconto magico e triste di Marcel Cerdan e del suo amore per Edith Piaf a quello esaltante di Jack Dempsey, uno che nei ruggenti anni Venti portava più di centomila spettatori nell’arena. Da Sugar Ray Robinson, un talento pari all’estrosità, a Primo Carnera e ai settantamila di Piazza di Siena. Da Julio Cesar Chavez capace di raccogliere 125.000 persone allo Stadio Atzeca, fino a Barry McGuigan che riusciva a mettere d’accordo cattolici e protestanti ai tempi dell’IRA. E poi le follie di Tyson, il genio di Benitez, l’arte di Loi, e tanti altri ancora… Un viaggio, quello fatto da Franco Esposito e Dario Torromeo, che parte da fine Ottocento per arrivare ai nostri giorni. Un romanzo che si snoda attraverso il racconto di folle oceaniche, grandi amori, balli scatenati, tradimenti, omicidi, segreti e peccati di quarantasei signori che per mestiere tiravano pugni. L’amore infinito della Francia per Carpentier, l’Italia divisa tra Benvenuti e Mazzinghi, la Grecia innamorata di Christoforidis. Protagonisti della storia. Come Ali e il rifiuto di prestare servizio militare. O Max Schmeling e il controverso rapporto con il nazismo. Dentro ci sono anche la tragica fine di Arguello e di Salvador Sanchez. L’esaltazione per Nicolino Locche e il fuoco senza fine di Roberto “mani di pietra” Duran. Uomini che più di tutti sono stati baciati dalla passione popolare, ecco chi sono gli eroi che dettano i capitoli di questa storia.