Mandala

Il Caso Cesare Battisti. La Parola della Corte

Autore Walter Filho
ISBN 9788898655380
DISPONIBILITA': 6 in magazzino

Stato: Disponibile

€ 18,00

€ 15,30 (-15%)

O

In sintesi

Condannato dalla Giustizia Italiana, da quella Francese e dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, per crimini contro la vita; evaso dal carcere della propria nazione di appartenenza; arrestato dalla Polizia Federale del Brasile per la falsificazione di documenti, Cesare Battisti non é un ideologo perbene, come vogliono coloro che lo considerano come un mito della sinistra. É inammissibile che abbia ottenuto tanta protezione, nelle alte sfere della Repubblica, e che sia stato giudicato come un leader capace di aggregare tanti seguaci. Se in Brasile non esistessero Leggi o Costituzione, forse sarebbe corretto affermare che gli atti discrezionali del Presidente Lula e del suo Ministro della Giustizia, a favore di Cesare Battisti, costituiscono tratti della generosità o della psicologia di coloro che esercitano il potere politico nello Stato. Il libro non è un’arringa di accusa o di condanna. E non è, allo stesso modo, un documento di confronto con i detentori del potere politico in carica. È innanzitutto una radiografia e un’analisi molto accurata dei processi nei quali Cesare Battisti fu condannato per la pratica di reati di omicidio.

Dettagli

Condannato dalla Giustizia Italiana, da quella Francese e dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, per crimini contro la vita; evaso dal carcere della propria nazione di appartenenza; arrestato dalla Polizia Federale del Brasile per la falsificazione di documenti, Cesare Battisti non é un ideologo perbene, come vogliono coloro che lo considerano come un mito della sinistra. É inammissibile che abbia ottenuto tanta protezione, nelle alte sfere della Repubblica, e che sia stato giudicato come un leader capace di aggregare tanti seguaci. Se in Brasile non esistessero Leggi o Costituzione, forse sarebbe corretto affermare che gli atti discrezionali del Presidente Lula e del suo Ministro della Giustizia, a favore di Cesare Battisti, costituiscono tratti della generosità o della psicologia di coloro che esercitano il potere politico nello Stato. Il libro non è un’arringa di accusa o di condanna. E non è, allo stesso modo, un documento di confronto con i detentori del potere politico in carica. È innanzitutto una radiografia e un’analisi molto accurata dei processi nei quali Cesare Battisti fu condannato per la pratica di reati di omicidio.