Sagoma

La mia puttana francese

Autore G. Wilder
Collana le sagome
Pagine 192
ISBN 9788865060094
DISPONIBILITA': 9 in magazzino

Stato: Disponibile

€ 14,00

€ 11,90 (-15%)

O

In sintesi

Marzo 1918. Un attore dilettante, due eserciti che si fronteggiano, una donna affascinante ed equivoca. Mischiate questi ingredienti con una buona dose di malintesi e una generosa spolverata di umorismo e otterrete il sorprendente romanzo d’esordio di Gene Wilder, una spy-story spumeggiante come una coppa di champagne e romantica come un walzer da ballare occhi negli occhi.

L’attore mito di Frankenstein Junior, dopo averci aperto il suo cuore in Baciami Come uno Sconosciuto, riprende la penna, questa volta per divertirsi – e divertirci – a raccontare una storia inedita, quasi d’altri tempi. La Francia percorsa dalle trincee e gli orrori della guerra fanno da sfondo drammatico, quasi da contraltare, all’avventura di un uomo gentile che sa vedere oltre le apparenze. Dosando sapientemente leggerezza e humour tra le maglie di una trama incalzante, Wilder si rivela un ottimo narratore, capace di tenere legato il lettore fino all’ultima riga.

Dettagli

Marzo 1918. Un attore dilettante, due eserciti che si fronteggiano, una donna affascinante ed equivoca. Mischiate questi ingredienti con una buona dose di malintesi e una generosa spolverata di umorismo e otterrete il sorprendente romanzo d’esordio di Gene Wilder, una spy-story spumeggiante come una coppa di champagne e romantica come un walzer da ballare occhi negli occhi. L’attore mito di Frankenstein Junior, dopo averci aperto il suo cuore in Baciami Come uno Sconosciuto, riprende la penna, questa volta per divertirsi – e divertirci – a raccontare una storia inedita, quasi d’altri tempi. La Francia percorsa dalle trincee e gli orrori della guerra fanno da sfondo drammatico, quasi da contraltare, all’avventura di un uomo gentile che sa vedere oltre le apparenze. Dosando sapientemente leggerezza e humour tra le maglie di una trama incalzante, Wilder si rivela un ottimo narratore, capace di tenere legato il lettore fino all’ultima riga.