Round Robin

La storia dell'orso bruno. Ediz. illustrata

Autore Militant A a.k.a. Luca Mascini, S3Keno a.k.a. Stefano Piccoli
ISBN 9788898715817
DISPONIBILITA': 5 in magazzino

Stato: Disponibile

€ 12,00

€ 10,20 (-15%)

O

In sintesi

La storia dell'Orso Bruno è un brano rap degli Assalti Frontali, contenuto nell'album Profondo Rosso del 2011. Al pari di altri pezzi come Enea super rap o Il rap della Costituzione, fa parte di una serie di canzoni che Militant A ha scritto appositamente per i bambini. Disegnata con tratto molto "fumettistico" da S3Keno, è un libro illustrato dalle esplicite tematiche socio-ambientaliste e dai contenuti decisamente forti (compresa la morte del protagonista) ma d'altronde è la storia vera dell'Orso JJ1, nato nel parco Brenta-Adamello dall'accoppiamento di Jurka e Joze e abbattuto nel 2006 nell'area al confine fra Tirolo e Baviera dopo più di un mese in cui imperversò sulle montagne fra l'Austria e la Germania meridionale, perché ritenuto un pericolo per gli esseri umani. Bruno faceva parte di un ambizioso progetto italiano per la reintroduzione dell'orso bruno nelle Alpi centrali, e anche il WWF aveva continuato a tifare per lui: «Se in Trentino si dovessero abbattere tutti gli orsi che entrano nei pollai, questi animali sparirebbe rapidamente!»

Dettagli

La storia dell'Orso Bruno è un brano rap degli Assalti Frontali, contenuto nell'album Profondo Rosso del 2011. Al pari di altri pezzi come Enea super rap o Il rap della Costituzione, fa parte di una serie di canzoni che Militant A ha scritto appositamente per i bambini. Disegnata con tratto molto "fumettistico" da S3Keno, è un libro illustrato dalle esplicite tematiche socio-ambientaliste e dai contenuti decisamente forti (compresa la morte del protagonista) ma d'altronde è la storia vera dell'Orso JJ1, nato nel parco Brenta-Adamello dall'accoppiamento di Jurka e Joze e abbattuto nel 2006 nell'area al confine fra Tirolo e Baviera dopo più di un mese in cui imperversò sulle montagne fra l'Austria e la Germania meridionale, perché ritenuto un pericolo per gli esseri umani. Bruno faceva parte di un ambizioso progetto italiano per la reintroduzione dell'orso bruno nelle Alpi centrali, e anche il WWF aveva continuato a tifare per lui: «Se in Trentino si dovessero abbattere tutti gli orsi che entrano nei pollai, questi animali sparirebbe rapidamente!»