Absolutely Free

Per la libertà. Il rugby oltre le sbarre

Autore Falda Antonio
Pagine 250
ISBN 9788868580414
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

In sintesi

Il rugby in carcere. Bisogna conoscerlo... Lo merita. C’è umanità, dolore, coraggio. E c’è voglia di stare alle regole. Otto istituti di detenzione italiani,
un viaggio attraverso le attività rugbistiche attualmente esistenti in Italia. Una ricerca appassionante su come la pratica sportiva incida nell’animo delle persone. Storie di detenuti che nel rugby cercano il riscatto personale, di operatori che impegnano il proprio tempo libero per andare a insegnare il rugby in carcere. Di uomini della Polizia che queste
attività le hanno volute, permesse, promosse. L’autore si è recato nel carcere minorile di Nisida, e negli istituti detentivi di Terni,Torino, Monza, Frosinone, Porto Azzurro, Bollate e Firenze. Lì ha incontrato gli operatori esterni, gli educatori/allenatori,
i direttori, i comandanti della polizia penitenziaria e naturalmente i detenuti, per vivere direttamente queste esperienze.
Un libro di grande lettura, che vuole essere non solo un’opera di narrativa pura e semplice ma anche un mezzo utile a promuovere un’attività che sonda dal suo alveo sportivo per diventare strumento di
sostegno sociale.

Dettagli

Il rugby in carcere. Bisogna conoscerlo... Lo merita. C’è umanità, dolore, coraggio. E c’è voglia di stare alle regole. Otto istituti di detenzione italiani, un viaggio attraverso le attività rugbistiche attualmente esistenti in Italia. Una ricerca appassionante su come la pratica sportiva incida nell’animo delle persone. Storie di detenuti che nel rugby cercano il riscatto personale, di operatori che impegnano il proprio tempo libero per andare a insegnare il rugby in carcere. Di uomini della Polizia che queste attività le hanno volute, permesse, promosse. L’autore si è recato nel carcere minorile di Nisida, e negli istituti detentivi di Terni,Torino, Monza, Frosinone, Porto Azzurro, Bollate e Firenze. Lì ha incontrato gli operatori esterni, gli educatori/allenatori, i direttori, i comandanti della polizia penitenziaria e naturalmente i detenuti, per vivere direttamente queste esperienze. Un libro di grande lettura, che vuole essere non solo un’opera di narrativa pura e semplice ma anche un mezzo utile a promuovere un’attività che sonda dal suo alveo sportivo per diventare strumento di sostegno sociale.

Biografia autore

Antonio Falda nasce nel 1962. Scrive, soprattutto storie di rugby, ed è già autore di “ Novelle Ovali – 35 piccole storie di rugby e di vita”, Davide Zedda Editore, co-autore de “Il XV del Presidente”, A.Car. Edizioni e di “Franco come il Rugby”, Absolutely Free Editore, per il quale ha ricevuto dalla Unione Stampa Spor tiva Italiana, il premio USSI 2014. Di se stesso dice:“ Scrivo momenti. Solo istanti. Aggrovigliati nel mondo ovale”