Interno4 Edizioni

Rimini nel cinema

Immagini e suoni di una storia ultracentenaria

Autore Gianfranco Miro Gori
ISBN 9788885747159
DISPONIBILITA': 5 in magazzino

Stato: Disponibile

€ 12,00

€ 10,20 (-15%)

O

In sintesi

Alla ricerca dell’identità riminese, la casa editrice Interno4 inaugura con questa pubblicazione un percorso nella storia del carattere riminese attraverso le arti: cinema, musica, letteratura, disegno e pittura. Il viaggio comincia con Gianfranco Miro Gori, decano di studi intorno alle parole del dialetto romagnolo e storico del Cinema, che in questo libro inedito traccia per la prima volta un lungo percorso ultracentenario di Rimini nel cinema: come è stata rappresentata, quando e da chi, la città romagnola sul grande schermo. Tra le pagine del libro si rincorrono i nomi di grandi del cinema come Federico Fellini, Tonino Guerra e Valerio Zurlini, così come luoghi mitici quali il cinema Fulgor o il Grand Hotel, fino ad arrivare alla misteriosa Isola delle Rose e al giovane regista riminese Davide Montecchi. Un capitolo scritto dal critico e regista Marco Bertozzi indaga la storia di Rimini nel cinema documentario italiano.

Dettagli

Alla ricerca dell’identità riminese, la casa editrice Interno4 inaugura con questa pubblicazione un percorso nella storia del carattere riminese attraverso le arti: cinema, musica, letteratura, disegno e pittura. Il viaggio comincia con Gianfranco Miro Gori, decano di studi intorno alle parole del dialetto romagnolo e storico del Cinema, che in questo libro inedito traccia per la prima volta un lungo percorso ultracentenario di Rimini nel cinema: come è stata rappresentata, quando e da chi, la città romagnola sul grande schermo. Tra le pagine del libro si rincorrono i nomi di grandi del cinema come Federico Fellini, Tonino Guerra e Valerio Zurlini, così come luoghi mitici quali il cinema Fulgor o il Grand Hotel, fino ad arrivare alla misteriosa Isola delle Rose e al giovane regista riminese Davide Montecchi. Un capitolo scritto dal critico e regista Marco Bertozzi indaga la storia di Rimini nel cinema documentario italiano.

Biografia autore

Gianfranco  “Miro”  Gori  detto  Miro  in  ricordo  dello  zio  partigiano  della  29ª  brigata  Gap,  è  nato  a  San  Mauro  Pascoli,  comune  di  cui  è  stato  sindaco.  Ha  ideato  e  diretto  la  Cineteca  del  comune  di  Rimini  e  organizzato  festival  cinematografici  e  manifestazioni  culturali  in  Italia  e  all’estero.  Autore  di  non  pochi  libri  di  cinema  (da  ultimi:  Le  radici  di  Fellini  romagnolo  del  mondo,  Il  Ponte  Vecchio,  2016;  Il  cinema  nel  fascismo,  curatela  con  Carlo  De  Maria,  Bradypus,  2017),  si  è  occupato  di  Pascoli  e  Secondo  Casadei.  Ha  scritto  un  romanzo  (Senza  movente,  Mobydick,  2000)  e  quattro  raccolte  di  versi  in  dialetto  romagnolo  (Strafócc,  Chiamami  Città,  1995;  Gnént,  Pazzini,  1998; Cantèdi,  Mobydick,  2008;  E’  cino,  la  gran  bòta,  la  s-ciuptèda,  Fara,  2015).