Arcana

Rollin' and Tumblin'

Autore Roberto Menabò
ISBN 9788862318228
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

Stato: Non disponibile

€ 16,00

€ 13,60 (-15%)

In sintesi

Quaranta brevi storie per altrettante vite affogate nel blues, per narrare vicende e vicissitudini dei cantanti del blues delle origini, descrivere la incredibile esistenza trasgressiva e irriverente di questi personaggi, mescolando accuratezza filologica e dettagli romanzati, con una scrittura viva e ironica che li rende ancora attuali. Da Barbecue Bob a Peetie Wheatstraw, da Blind Blake a Jaybird Coleman, ogni bluesman rivive nel racconto di quei difficili anni, tra campi di cotone e juke joint, quando il blues non era un genere musicale, ma una via d’uscita per i neri d’America, compressi tra gli strascichi di un forte razzismo e la Grande Depressione. Le loro storie di uomini spesso rompiballe, contrabbandieri e grandi bevitori si amalgamano col variopinto e colorato mondo che girava attorno al blues degli anni Venti e Trenta nel Sud degli Stati Uniti. Un microcosmo fatto di liti, passioni, ma anche di tenerezze e gioie: tra lenti fiumi, treni sculettanti, piantagioni assolate e malfamati quartieri cittadini dal whiskey facile. «Menabò non dà mai nulla per scontato, né si trincera dietro un inopportuno bluesically correct. Sa molto, quasi tutto, e nel breve volgere di un paio di pagine fa quello che solo gli acuti osservatori, gli ipnotisti da strada e gli illusionisti sanno fare: afferra l’essenziale, quello che – per citare un famoso piccolo principe – è invisibile agli occhi» (dalla prefazione di Vincenzo Martorella)

Dettagli

Quaranta brevi storie per altrettante vite affogate nel blues, per narrare vicende e vicissitudini dei cantanti del blues delle origini, descrivere la incredibile esistenza trasgressiva e irriverente di questi personaggi, mescolando accuratezza filologica e dettagli romanzati, con una scrittura viva e ironica che li rende ancora attuali. Da Barbecue Bob a Peetie Wheatstraw, da Blind Blake a Jaybird Coleman, ogni bluesman rivive nel racconto di quei difficili anni, tra campi di cotone e juke joint, quando il blues non era un genere musicale, ma una via d’uscita per i neri d’America, compressi tra gli strascichi di un forte razzismo e la Grande Depressione. Le loro storie di uomini spesso rompiballe, contrabbandieri e grandi bevitori si amalgamano col variopinto e colorato mondo che girava attorno al blues degli anni Venti e Trenta nel Sud degli Stati Uniti. Un microcosmo fatto di liti, passioni, ma anche di tenerezze e gioie: tra lenti fiumi, treni sculettanti, piantagioni assolate e malfamati quartieri cittadini dal whiskey facile. «Menabò non dà mai nulla per scontato, né si trincera dietro un inopportuno bluesically correct. Sa molto, quasi tutto, e nel breve volgere di un paio di pagine fa quello che solo gli acuti osservatori, gli ipnotisti da strada e gli illusionisti sanno fare: afferra l’essenziale, quello che – per citare un famoso piccolo principe – è invisibile agli occhi» (dalla prefazione di Vincenzo Martorella)

Biografia autore

Scrittore, musicista e insegnante, ha al suo attivo tre album: A BORDO DEL CONTE BIANCAMANO, un disco di sola chitarra acustica; LAUGHING THE BLUES, una visione personale dei miti del blues acustico e IL PROFUMO DEL VINILE, una collezione di country-blues tradizionali. Ha scritto articoli e saggi musicali per diverse riviste, tra cui «Il Blues», «Jam», «Folk Bulletin» e «Jazzit». Ha inoltre pubblicato la monografia John Fahey: la storia, la discografia consigliata. Ha curato e interpretato, inoltre, le musiche per gli spettacoli teatrali Verso Perverso, di Franco Insalaco, e Amore Noir, di Loriano Macchiavelli.