Castelvecchi

Sciamani a Roma antica

Autore Leonardo Magini
Pagine 208
ISBN 9788869442155
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

Stato: Non disponibile

€ 22,00

€ 18,70 (-15%)

In sintesi

Questo studio rivoluzionario indaga sulla presenza dello sciamanesimo nella Roma antica, portando alla luce questa forma arcaica di religiosità nella sua più antica manifestazione occidentale. I due poli della ricerca sono il mito della dea Fortuna – di cui parlano autori come Ovidio, Livio e Plutarco – e le manifestazioni dello sciamanesimo: da una parte, l’opera della dea che sovrintendeva alle sorti degli etruschi e dei romani; dall’altra, le azioni del mago e del «guaritore» tra i popoli della Siberia di oggi. L’autore racconta e analizza le cerimonie – dalle feste di matrimonio e concepimento a quelle dei solstizi, fino alla più importante di tutte, il trionfo e il suo corteo – e ci guida nei luoghi in cui ancora oggi sono presenti i resti di una religiosità profonda e pervasiva, eppure finora mai studiata.

Dettagli

Questo studio rivoluzionario indaga sulla presenza dello sciamanesimo nella Roma antica, portando alla luce questa forma arcaica di religiosità nella sua più antica manifestazione occidentale. I due poli della ricerca sono il mito della dea Fortuna – di cui parlano autori come Ovidio, Livio e Plutarco – e le manifestazioni dello sciamanesimo: da una parte, l’opera della dea che sovrintendeva alle sorti degli etruschi e dei romani; dall’altra, le azioni del mago e del «guaritore» tra i popoli della Siberia di oggi. L’autore racconta e analizza le cerimonie – dalle feste di matrimonio e concepimento a quelle dei solstizi, fino alla più importante di tutte, il trionfo e il suo corteo – e ci guida nei luoghi in cui ancora oggi sono presenti i resti di una religiosità profonda e pervasiva, eppure finora mai studiata.

Biografia autore

È socio del Sodalizio Glottologico Milanese e della Società Italiana di Archeoastronomia. In Astronomia etrusco-romana ha ricostruito la sapienza astronomica nascosta nel calendario romano. Tra gli altri suoi lavori, Controstoria degli etruschi. Viaggio alle sorgenti orientali della civiltà romana e la traduzione moderna, ma fedele, dei Fasti di Publio Ovidio Nasone. Del 2015 è Stars, Myths and Rituals in Etruscan Rome.