Castelvecchi

Una filosofia dei giardini

Autore David E. Cooper
ISBN 9788869441097
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

Stato: Non disponibile

€ 16,50

€ 15,68 (-5%)

In sintesi

Come spiegare l'enorme valore che gli esseri umani attribuiscono alla creazione e all'esperienza dei giardini? Per Francis Bacon il giardino rappresentava "il più puro dei piaceri umani", Boccaccio lo considerava un luogo di libertà sessuale e intellettuale, mentre Plinio il Giovane, che trascorse gran parte della sua esistenza nei giardini da lui stesso progettati, riteneva che coltivare le piante fosse il miglior modo per coltivare se stessi. Questo libro di David Cooper, tra i più importanti pensatori della tradizione anglosassone contemporanea, propone una vera e propria "filosofia del giardino", una riflessione su una pratica che sembra attingere a un campo nascosto delle emozioni, a una verità essenziale dello spirito. La simbiosi con la natura rende unica questa arte e le conferisce quel carattere di mistero che non smette di affascinarci.

Dettagli

Come spiegare l'enorme valore che gli esseri umani attribuiscono alla creazione e all'esperienza dei giardini? Per Francis Bacon il giardino rappresentava "il più puro dei piaceri umani", Boccaccio lo considerava un luogo di libertà sessuale e intellettuale, mentre Plinio il Giovane, che trascorse gran parte della sua esistenza nei giardini da lui stesso progettati, riteneva che coltivare le piante fosse il miglior modo per coltivare se stessi. Questo libro di David Cooper, tra i più importanti pensatori della tradizione anglosassone contemporanea, propone una vera e propria "filosofia del giardino", una riflessione su una pratica che sembra attingere a un campo nascosto delle emozioni, a una verità essenziale dello spirito. La simbiosi con la natura rende unica questa arte e le conferisce quel carattere di mistero che non smette di affascinarci.