Castelvecchi

Vite crudeli

Storie di serial killer italiani

Autore Paolo De Pasquali
Pagine 192
ISBN 9788869442230
DISPONIBILITA': 0 in magazzino

Stato: Non disponibile

€ 15,00

€ 12,75 (-15%)

In sintesi

Furono crudeli in vita perché la vita fu crudele con loro. Con questo doppio significato va inteso il titolo scelto da Paolo De Pasquali, criminologo e scrittore che, dopo aver seguito alcuni dei più drammatici casi degli ultimi anni, racconta in questo libro la storia degli assassini seriali italiani. Tracciate con rapide pennellate e suddivise per categorie, si susseguono cinquanta vicende che sembrano uscire dalle pagine di un romanzo noir: dai serial killer di prostituite agli uccisori di bambini, dalle coppie omicide ai baby-killer, dai «mostri» antichi studiati da Lombroso ai «mostri innocenti», accusati di reati che non avevano commesso, per concludere con i serial killer ignoti, nascosti tra noi e pronti a colpire. De Pasquali non si limita a ricostruire i crimini di cui sono stati artefici, ma ne ripercorre tutta l’esistenza, scendendo nell’inferno della loro mente. Un libro per capire – che non vuol dire giustificare – le azioni di questi assassini, consentendoci di giudicarle in un’ottica imparziale, non dettata solo dalla paura e dal desiderio di vendetta.

«Questa è la crudeltà raccontata da Paolo De Pasquali, fedele a se stessa, scevra da filtri, ma analizzata millimetricamente prima di scivolare nell’inchiostro con maestria. Solo la sua lente d’ingrandimento di medico chirurgo e psichiatra poteva regalare ai lettori “l’autopsia” di questi serial killer» dalla prefazione di Gianluigi Nuzzi

Dettagli

Furono crudeli in vita perché la vita fu crudele con loro. Con questo doppio significato va inteso il titolo scelto da Paolo De Pasquali, criminologo e scrittore che, dopo aver seguito alcuni dei più drammatici casi degli ultimi anni, racconta in questo libro la storia degli assassini seriali italiani. Tracciate con rapide pennellate e suddivise per categorie, si susseguono cinquanta vicende che sembrano uscire dalle pagine di un romanzo noir: dai serial killer di prostituite agli uccisori di bambini, dalle coppie omicide ai baby-killer, dai «mostri» antichi studiati da Lombroso ai «mostri innocenti», accusati di reati che non avevano commesso, per concludere con i serial killer ignoti, nascosti tra noi e pronti a colpire. De Pasquali non si limita a ricostruire i crimini di cui sono stati artefici, ma ne ripercorre tutta l’esistenza, scendendo nell’inferno della loro mente. Un libro per capire – che non vuol dire giustificare – le azioni di questi assassini, consentendoci di giudicarle in un’ottica imparziale, non dettata solo dalla paura e dal desiderio di vendetta. «Questa è la crudeltà raccontata da Paolo De Pasquali, fedele a se stessa, scevra da filtri, ma analizzata millimetricamente prima di scivolare nell’inchiostro con maestria. Solo la sua lente d’ingrandimento di medico chirurgo e psichiatra poteva regalare ai lettori “l’autopsia” di questi serial killer» dalla prefazione di Gianluigi Nuzzi

Biografia autore

Professore di Psicopatologia forense, psichiatra e scrittore, collabora da vent’anni con il criminologo Francesco Bruno. Ha eseguito perizie psichiatriche sui «mostri» di Foligno, Genova e Aosta e ha fatto parte del pool difensivo di Pietro Pacciani. Ha al suo attivo numerosi lavori scientifici e saggi, tra i quali: Serial killer in Italia, Figli che uccidono, Cocaina, psiche e crimine, L’orrore in casa, Stalking. Autore di soggetti e sceneggiature cinematografiche, ha pubblicato racconti e romanzi, l’ultimo dei quali è La valle del castigo.