Anniversary Books

Wandrè - vita e opere dell'inventore della chitarra elettrica italiana

Autore Ballestri Marco
Editore in esclusiva Anniversary Books
ISBN 9788896408162
DISPONIBILITA': 4 in magazzino

Stato: Disponibile

€ 48,00
O

In sintesi

Il libro Wandrè - Vita e opere dell’inventore della chitarra elettrica italiana mette ordine in una storia di creatività italiana poco conosciuta ma che è ormai diventata leggendaria per gli appassionati di strumenti musicali vintage in tutto il mondo. La storia è quella di Antonio Wandrè Pioli che, raccolto il testimone dal padre liutaio, negli anni ‘50 crea la prima fabbrica di chitarre elettriche in Italia. Dalla sua fabbrica di Cavriago, in provincia di Reggio Emilia, escono alcuni dei modelli più innovativi e sperimentali nella storia della chitarra elettrica mondiale, tanto che oggi le chitarre Wandrè sono tra le più ricercate dai collezionisti di ogni paese. Il libro percorre la vita di Wandrè dagli anni giovanili, quando lo troviamo impegnato nella Resistenza, agli anni in cui, conclusa l’avventura della fabbrica delle chitarre, sperimenta diversi percorsi artistici. Il ritratto che emerge è quello di un uomo libero che ha sempre sfidato, attraversandolo e anticipandolo, il proprio tempo; il tempo delle mode, dei luoghi comuni, delle regole forzate.

Dettagli

Il libro Wandrè - Vita e opere dell’inventore della chitarra elettrica italiana mette ordine in una storia di creatività italiana poco conosciuta ma che è ormai diventata leggendaria per gli appassionati di strumenti musicali vintage in tutto il mondo. La storia è quella di Antonio Wandrè Pioli che, raccolto il testimone dal padre liutaio, negli anni ‘50 crea la prima fabbrica di chitarre elettriche in Italia. Dalla sua fabbrica di Cavriago, in provincia di Reggio Emilia, escono alcuni dei modelli più innovativi e sperimentali nella storia della chitarra elettrica mondiale, tanto che oggi le chitarre Wandrè sono tra le più ricercate dai collezionisti di ogni paese. Il libro percorre la vita di Wandrè dagli anni giovanili, quando lo troviamo impegnato nella Resistenza, agli anni in cui, conclusa l’avventura della fabbrica delle chitarre, sperimenta diversi percorsi artistici. Il ritratto che emerge è quello di un uomo libero che ha sempre sfidato, attraversandolo e anticipandolo, il proprio tempo; il tempo delle mode, dei luoghi comuni, delle regole forzate.